Vai al contenuto

Migliorare la presenza delle donne

Intervista apparsa sull’edizione di dicembre di “ps.ch”, il giornale del Partito Socialista. 

Laura Riget è stata recentemente eletta in seno al Comitato direttivo della Gioventù socialista svizzera ed è, insieme a Corinne Sala, la neocopresidente del Comitato cantonale della sezione ticinese del PS. La motivazione del suo impegno risiede nella volontà di dare il suo contributo per un mondo migliore. Un mondo in cui tutte le persone abbiano le stesse possibilità indipendentemente dal genere, dalla nazionalità, dall’origine sociale, dalle condizioni economiche o dall’orientamento sessuale. “La politica, in Svizzera e in Ticino, è ancora dominata soprattutto da uomini di una certa età, spesso avvocati. Mancano donne, giovani e differenti orientamenti sessuali. Mancano generalmente le minoranze. Tutte queste persone non trovano uno spazio sufficiente in politica. Questo è un fatto molto problematico perché alla base della nostra democrazia c’è il principio della rappresentanza, l’idea che tutte le persone possano avere la possibilità di fare sentire la propria voce. Oggi questo non accade. Ritengo quindi molto importante migliorare la presenza delle donne e di tutte le minoranze in politica, ma non solo.”

Quali sono gli ostacoli a cui sei confrontata e che vorresti cambiare? “Mi capita di non essere presa sul serio e che delle persone attive in politica da decenni, soprattutto uomini, mi abbiano detto che ho troppa poca esperienza per fare politica. Ritengo che sia sbagliato. Anche se hanno più esperienza di me, ad esempio in ambito professionale, questo non significa che il mio punto di vista valga meno del loro e che io non possa e debba esprimere la mia opinione. In quanto donna e perché giovane devo spesso provare che ho le capacità e il diritto di dire ciò che penso. Ritengo che ciò sia dovuto agli stereotipi dominanti. Una donna che si comporta in un certo modo viene etichettata in una maniera radicalmente differente da come viene definito un uomo che si comporta esattamente allo stesso modo. A una donna che vuole fare valere la sua opinione – ed è capitato anche a me – viene detto che è aggressiva, mentre nello stesso identico caso questo non viene detto a un uomo.”

Su quali punti pensi si debba agire per migliorare la situazione delle donne in politica? “Ancora troppo spesso, soprattutto in Ticino, i media non danno uno spazio sufficiente alle donne. I partiti devono chiaramente mettere più donne in lista e far sì che abbiano una buona posizione. Però anche i media devono fare la loro parte e concedere alle donne il giusto spazio. Non è possibile che ci siano ancora dei dibattiti in TV in cui ci sono solo uomini che si battono tra di loro e che non ci sia nemmeno una donna. Come se noi donne non esistessimo, come se non avessimo nulla da dire riguardo ai temi politici o di pubblico interesse.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...